Scopri di più sulla Degenerazione Maculare

Cosa é la Degenerazione Maculare?

La retina è una sottile membrana formata da cellule nervose, adagiata sul fondo dell’occhio, il cui ruolo è quello di trasformare gli impulsi luminosi che riceve in stimoli nervosi che, attraverso il nervo ottico, sono trasmessi al cervello. La parte centrale della retina è chiamata macula e consente la visione distinta dei particolari, la lettura e la percezione netta dei colori. La degenerazione maculare è una malattia cronica e progressiva della macula. Nella degenerazione maculare correlata all’età si distinguono una forma “secca” e una forma “umida”. La forma secca riguarda circa il 90% dei casi ed è caratterizzata dall’accumulo al di sotto della macula di depositi di materiale giallastro (chiamate drusen), che ne alterano progressivamente il funzionamento. La forma umida, meno frequente ma più invalidante, è dovuta alla formazione di piccoli vasi sanguigni anomali (detti neovasi) al di sotto della macula; questi vasi, dalle pareti molto fragili, possono facilmente lasciar trasudare liquido o possono rompersi causando emorragie nella retina.

Quali le cause?

La degenerazione maculare più frequente è dovuta all’invecchiamento della retina, in altri casi può derivare da traumi, infezioni, infiammazioni, miopia elevata e, più raramente, può essere di tipo ereditario. Sebbene le cause della malattia non siano ancora del tutto conosciute, alcuni fattori di rischio sono stati identificati: l’età, il fumo, una predisposizione ereditaria, l’esposizione prolungata alla luce solare e una ridotta assunzione di fattori antiossidanti con l’alimentazione. Per la prevenzione è inoltre indicato il controllo della glicemia, del colesterolo e della pressione del sangue.

Quali sono i sintomi?

La degenerazione maculare inizialmente si manifesta con la percezione alterata e distorta delle immagini, le linee possono apparire ondulate e a volte si vedono macchie opache al centro del campo visivo. La perdita della visione centrale può essere rapida o lenta e progressiva secondo il tipo di malattia, ma spesso i sintomi sono mascherati dal fatto che la degenerazione maculare è in un solo occhio. Con il progredire della malattia la perdita della visione centrale diviene completa per cui non è possibile vedere nel punto in cui si fissa lo sguardo ma anche nei casi più gravi la visione para-centrale e laterale è conservata.

Cosa si fa la diagnosi

La diagnosi è posta dall’oculista con la valutazione dell’acuità visiva e l’esame del fondo dell’occhio.

Alcuni esami aiutano la diagnosi, il più importante è l’OCT (Optical Coherence Tomography) che permette di valutare gli strati della macula con la risoluzione di pochi micron.

Altri esami utili sono il test del reticolo di Amsler e l’angiografia con fluorescina o con verde di indocianina. Il reticolo di Amsler è una griglia che si guarda, un occhio per volta, fissando il puntino centrale e osservando se appare la visione di linee ondulate, macchie o l’interruzione di qualche linea. L’angiografia è un esame che riproduce immagini dettagliate e molto ingrandite dei capillari della retina nel momento in cui sono attraversati dal colorante che viene iniettato per via endovenosa nel braccio del paziente.

Cosa comporta la Degenerazione Maculare?

La degenerazione maculare inizialmente si manifesta con la percezione alterata e distorta delle immagini, le linee possono apparire ondulate e a volte si vedono macchie opache al centro del campo visivo.

La perdita della visione centrale può essere rapida o lenta e progressiva secondo il tipo di malattia, ma spesso i sintomi sono mascherati dal fatto che la degenerazione maculare è in un solo occhio.

Con il progredire della malattia la perdita della visione centrale diviene completa, per cui non è possibile vedere nel punto in cui si fissa lo sguardo, ma anche nei casi più gravi la visione para-centrale e laterale è conservata.

Come si cura la Degenerazione Maculare?

La degenerazione maculare può a volte essere rallentata nella sua evoluzione se riconosciuta nelle fasi precoci e pertanto è importante una visita periodica di controllo soprattutto se c’è famigliarità per la malattia e dopo i 50 anni. Nella degenerazione maculare correlata all’età di tipo umido (neovascolare) sono indicate iniezioni intra vitreali di farmaci anti Vegf per eliminare l’essudazione della macula e distruggere in modo selettivo i vasi sanguigni anomali che si sono formati nella retina per effetto della malattia. Nella forma secca (non neovascolare) è utile l’assunzione di supplementi dietetici (vitamine, minerali ed antiossidanti) specifici per la retina per ridurre il rischio di progressione della malattia.

Significato

Alterazione strutturale e funzionale della macula

Prevenzione

La degenerazione maculare legata all’età ha una predisposizione ereditaria, tuttavia è importante ridurre i fattori di rischio come il fumo, iperglicemia, ipercolesterolemia e ipertensione arteriosa. E’importante anche proteggere gli occhi dalla esposizione alla luce solare e correggere una dieta povera di nutrienti anti ossidanti.

Degenerazione Maculare Oculista Bologna

Terapia

Le degenerazioni maculari umide si curano con iniezioni intra vitreali ripetute di farmaci anti Vegf. Per le forme secche, molto più numerose (circa il 90% del totale) non esiste una terapia efficace, può essere utile l’assunzione di supplementi dietetici (vitamine, minerali ed antiossidanti) specifici per la retina per ridurre il rischio di progressione della malattia.

Come si previene:

Siccome la degenerazione più comune, legata all’età, ha una predisposizione ereditaria non è possibile impedirla. Tuttavia è importante una diagnosi precoce per rallentarne o fermarne l’evoluzione e ridurre i fattori di rischio come fumo, esposizione alla luce del sole,  iperglicemia, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa e correggere una alimentazione povera di antiossidanti e micro nutrienti.

Su cosa si basa la diagnosi di Degenerazione Maculare?

La diagnosi della Degenerazione Maculare è posta dall’oculista con la valutazione dell’acuità visiva e l’esame del fondo dell’occhio. In casi dubbi si possono eseguire il test del reticolo di Amsler o l’angiografia con fluorescina o con verde di indocianina. Il reticolo di Amsler è una griglia che si guarda, un occhio per volta, fissando il puntino centrale e osservando se appare la visione di linee ondulate, macchie o l’interruzione di qualche linea. L’angiografia è un esame che riproduce immagini dettagliate e molto ingrandite dei capillari della retina nel momento in cui sono attraversati dal colorante che viene iniettato per via endovenosa nel braccio del paziente. Nella degenerazione maculare correlata all’età si distinguono una forma “secca” e una forma “umida”. La forma secca riguarda circa il 90% dei casi ed è caratterizzata dall’accumulo al di sotto della macula di depositi di materiale giallastro (chiamate drusen), che ne alterano progressivamente il funzionamento. La forma umida, meno frequente ma più invalidante, è dovuta alla formazione di piccoli vasi sanguigni anomali (detti neovasi) al di sotto della macula; questi vasi, dalle pareti molto fragili, possono facilmente lasciar trasudare liquido o possono rompersi causando emorragie nella retina.

Come si cura?

La degenerazione maculare può a volte essere rallentata nella sua evoluzione se riconosciuta nelle fasi precoci e pertanto è importante una visita periodica di controllo soprattutto dopo i 50 anni. Nella degenerazione maculare correlata all’età di tipo umido (neovascolare) sono indicate iniezioni intra vitreali di farmaci anti Vegf per eliminare l’essudazione della macula e distruggere in modo selettivo i vasi sanguigni anomali che si sono formati nella retina per effetto della malattia. Nella forma secca (non neovascolare) è utile l’assunzione di supplementi dietetici (vitamine, minerali ed antiossidanti) specifici per la retina per ridurre il rischio di progressione della malattia.

Per la diagnosi precoce chiedi un appuntamento:

Nome e Cognome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Il tuo messaggio

Accetto per continuare. Autorizzo così, ai sensi del Codice sulla Privacy, art. 13 del GDPR 2016/679, il trattamento dei miei dati.

Marzio vanzini laser Agopuntura Bologna ApriAmo gli Occhi