Sono nata nel 1950 ho 52 anni compiuti e da 9 anni ho ricominciato a vivere diversamente grazie ad un raggio laser.

Avevo 8 anni quando scoprii che a scuola non ci vedevo

e a parte il momento iniziale (nascondevo gli occhiali nella cartella perché mi vergognavo) ho sempre portato gli occhiali fino a non accorgermi che andavo a letto o mi lavavo la faccia indossandoli, la prima cosa da indossare alzandosi e l’ultima da togliere prima di coricarsi se non si vuol sbattere il naso anche in casa.

Crescendo sono passata alle lenti a contatto(rigide, semirigide, morbide) comode sicuramente ma con mille attenzioni in più: oddio c’è il vento che solleva terra e sabbia, ne ho persa una dove sarà finita, al mare non si può andare in acqua poi perdo le lenti in acqua…che fastidio torno a mettere gli occhiali.

E quando c’è il sole un ripetuto cambio di lenti scure e chiare poi si riannuvola da scure a chiare e gli occhiali da sole, sempre quelli sono con le lenti correttive non se ne possono di certo avere più di un paio.

Poi inizi a sentir parlare di operazione agli occhi…no troppa paura figuriamoci e se poi non riesce e perdo anche quel po’ che vedo? No no no porto gli occhiali!

Un giorno in ufficio arriva la programmatrice dei computer e non ha più gli occhiali, la curiosità è troppo grande, la intervisto e mi parla del Dott. Vanzini…ma io lo conosco già, ha operato mia madre.

Decido di informarmi e anche se la paura non è sparita del tutto incoraggiata da mio marito decido di farmi operare nel settembre 2001 e festeggio 25 anni di matrimonio anziché con un diamante con il laser ad eccimeri.

Aspetto nell’ambulatorio e mi chiedo se sto facendo la cosa giusta ma ormai sono lì…fatto è stato veloce e non ho sentito male (per ora tutto ok). La prima notte è stata bruttissima da trascorrere, male, gocce, ancora bruciore, altre gocce poi finalmente comincia a passare ed è solo un brutto ricordo.

Adesso viene il bello! E se non recupero la vista?

Piano piano va tutto bene e la vita comincia a cambiare, anche mio marito ed i miei figli sembrano più belli.

Cominci a guardarti intorno e ti sembra di vedere le cose per la prima volta, guardi il mare con il vento nella faccia e non ti preoccupi più di tanto della sabbia che vola (le lenti non ci sono più), puoi nuotare e guardare sotto, prendere il sole senza pericolo di scottarti il naso.

Finalmente mi posso truccare guardandomi bene e guidare senza occhiali? Bellissimo adesso ci vedo e non ho nessuna prescrizione della patente.

Alla mattina non è la prima cosa che cerco per vedere il volto di mio marito, adesso lo vedo benissimo e lo ringrazio per avermi incoraggiato e per essermi stato vicino in ogni momento dell’operazione.

Grazie naturalmente al Dott. Vanzini che ha realizzato tutto ciò.

Antonella S.