Non aver più gli occhiali mi ha cambiato la vita, erano qualcosa di fisso da portare sempre con me, non qualcosa di gradevole ma di pesante, come una borsa.
Ora sono più libero, non ho più questo peso costantemente sugli occhi, ci vedo meglio e con i miei occhi, senza più filtri.

Libero dal disagio di voler guardare qualcosa e non aver gli occhiali a portata di mano, dal problema di proteggerli dalla pioggia, di veder continuamente metà sì e metà no (vicino/lontano), dal doverli pulire…
Ho acquisito sicurezza. Prima, quando andavo in macchina dovevo controllare più e più volte per essere sicuro, per capire bene le distanze, la percezione non era mai completa o priva di ostacoli visivi.
Ho acquisito equilibrio. Prima era un problema nello sport eseguire determinati esercizi e l’equilibrio non riuscivo a tenerlo.
Sono stato sorpreso dalla velocità di guarigione, dal giorno dopo potevo leggere l’elenco telefonico e da lontano la vista è diventata perfetta nel giro di due mesi e mezzo.

Mi sento in forma, sono davvero me stesso, mi sentivo più vecchio, più impedito. Non ho più un handicap, come avere un braccio ingessato, fai lo stesso quel che devi fare, ma da menomato, penalizzato.
I rapporti sono cambiati soprattutto con me stesso, è come esser diventati grandi e non aver più bisogno di una mano che ti accompagni.
Ora posso notare i particolari, i colori, i paesaggi che vedo in profondità, ho un senso di espansione, di apertura totale e di maggior percezione.
Vivo un senso di recupero, di ringiovanimento, di libertà.

Massimo C.