Prestazioni Specialistiche Oculistiche a servizio dell'occhio.

La cura delle malattie oculari attraverso prestazioni specialistiche oculistiche, non può prescindere da una diagnosi e da una valutazione dei risultati accurata e richiede un lavoro di equipe. Le diverse procedure e test diagnostici sofisticati di tipo strumentale vengono eseguiti da ortottisti specializzati che  suggeriscono la riabilitazione ortottica supportando il lavoro dell’oculista ed eseguono complessi esami strumentali.

In caso di patologie che necessitino accurate indagini vengono eseguiti precisi esami strumentali con tecnologie all’avanguardia.

L'oftalmoscopia a scansione laser della papilla.

L’oftalmoscopia mediante scansione laser serve a misurare la forma della testa del nervo ottico e le sue variazioni nel tempo, osserva l’interno ed il fondo dell’occhio attraverso la pupilla. L’esame effettuato con l’HRT non richiede alcuna preparazione del paziente e può essere eseguito anche senza dilatazione della pupilla. Inoltre, l’apparecchio consente di memorizzare, comparare e analizzare nel tempo, le modificazioni della papilla, al fine di documentare l’evoluzione del glaucoma e dei danni da esso provocati. Si tratta, dunque, di un’indagine veloce e non invasiva, fondamentale in fase diagnostica e terapeutica.

Misurare il difetto visivo per intervenire efficacemente: autorefrattometria.

Valutare correttamente il difetto visivo è la priorità dell’autorefrattometria. Esame che misura l’eventuale grado di :

  • Miopia
  • Ipermetropia
  • Astigmatismo

Visita ortottica e trattamenti ortottici di rieducazione.

La visita ortottica mira a diagnosticare o ad escludere anomalie a carico dell’apparato neuromuscolare dell’occhio e le alterazioni che da queste derivano. Realizza la valutazione di deviazioni oculari, fusione sensorio-motoria e senso stereoscopico. La riabilitazione ortottica si avvale di esercizi ortottici: occlusioni e penalizzazioni, terapia prismatica, addestramento agli ausili ottici, educazione all’igiene visiva ecc. Innumerevoli sono i trattamenti a cui e’ rivolta la rieducazione.

Alcune prestazioni specialistiche oculistiche.

  • -Indagine di strabismi;
  • -Misura della sensibilità al contrasto;
  • -Biomicroscopia del segmento anteriore e del fondo oculare;
  • -Ecobiometria ottica e a contatto (ultrasuoni);
  • Oftalmoscopia a scansione laser della papilla ottica;
  • -Analisi 3D della camera anteriore.

Ma quanti decimi devo avere per occhio? Visus con ottotipo.

L’esame psicofisico del difetto visivo che permette la misurazione dell’acuità visiva è il visus con ottotipo. Viene misurata mediante gli ottotipi, ossia lettere e/o simboli con grandezza progressivamente decrescente posizionati a un distanza minima di tre metri. L’acuità visiva considerata normale è di 10/10. Per esempio per la patente di guida e’ necessaria una acutezza visiva binoculare (sommando entrambi gli occhi) di 7/10 e che l’occhio con vista peggiore non abbia un visus inferiore a 2/10.

Laser

La tecnologia laser trova moltissime applicazioni in oculistica. E’ impiegata in strumenti diagnostici importanti, come ad esempio l’OCT che consente precisissime misurazioni dell’occhio, indispensabili per numerose diagnosi. Con la luce laser si trattano rotture e degenerazioni della retina, si cerca di ridurre la pressione oculare elevata nel glaucoma, si eseguono iridectomie periferiche per prevenire attacchi di glaucoma acuto, si aprono capsule posteriori opacate in operati di cataratta a cui segue un recupero visivo immediato. La fotoablazione con laser ad eccimeri è la tecnica usata ormai da trenta anni per la correzione dei difetti visivi. Come tutti gli strumenti ad altissima tecnologia l’evoluzione è stata notevole e rapida e i risultati ottenuti con i laser recenti sono molto più stabili e prevedibili. Nell’intervento refrattivo il raggio di luce laser modifica la curvatura della cornea rendendola sferica quando non lo è (astigmatismo), più piatta o più curva di qualche decina di micron per correggere rispettivamente miopia o ipermetropia. Recentemente, con il laser a femtosecondi si può eseguire la prima parte dell’intervento di cataratta, frammentandola con la precisione di un micron e riducendo i rischi dell’intervento.

  • Argon: fotocoagulazione per retina e trabeculoplastica per glaucoma
  • Yag: capsulotomia posteriore in operati di cataratta
  • Eccimmeri: intervento di correzione dei difetti visivi (miopia, astigmatismo, ipermetropia)
  • Femtocataratta: capsuloressi circolare continua e frammentazione della cataratta (prima parte dell’intervento di cataratta)

Interventi Chirurgici

Tutti gli interventi sono in anestesia topica (instillazione di collirio anestetico) e senza ricovero. Oltre alle iniezioni intraoculari di farmaci per degenerazione maculare umida sono eseguiti in sala operatoria:

  • interventi di chirurgia congiuntivale e palpebrale
  • intervento di cataratta con impianto di lente intraoculare anche multifocale e torica per astigmatismo
  • interventi per glaucoma

I nostri studi oculistici a Bologna e a San Giovanni in Persiceto sono debitamente attrezzati. Fissate ora un appuntamento.