Cosa è la visita ortottica?

L’ortottica (dal greco “orto”, che significa “dritto” e “optichè” che sta per “atto della visione”) è una parte molto importante dell’oculistica.

La visita ortottica viene eseguita dall’ortottista che, dopo un corso di laurea, esegue test diagnostici per la motilità oculare ed esami oculistici.

A cosa serve la visita ortottica?

L’obiettivo della visita ortottica è diagnosticare la presenza di anomalie a carico dell’apparato neuromuscolare dell’occhio (alterazioni a carico dei muscoli degli occhi e deficit dei nervi che comandano i muscoli degli occhi) e le alterazioni che da questi derivano (visione doppia, strabismoambliopia, anisometropia, paralisi oculari, ecc), dispone poi il trattamento adatto al disturbo riscontrato.

Cosa è la visita ortottica?

La visita ortottica comprende la misurazione dell’acuità visiva, la valutazione della motilità oculare, della convergenza, della visione binoculare (“stereopsi”) e dell’accomodazione. L’ortottista aiuta anche il medico oculista eseguendo gli esami strumentali necessari per la diagnosi.  

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.